La Corea democratica lancia un missile balistico da un sottomarino

RussiaToday 9 maggio 2015north-korea-missile-test_siLa Corea democratica avrebbe testato un missile balistico lanciato da un sottomarino (SLBM), una svolta “strategica mondiale” secondo il leader Kim Jong-Un. Se confermato, il test violerebbe le risoluzioni delle Nazioni Unite. Kim ha curato personalmente il lancio, afferma l’agenzia KCNA. Il rapporto dettaglia il lancio da un sottomarino in immersione su allarme di combattimento per testare il missile. “Dopo un po’, il missile balistico è salito in cielo da sott’acqua” ha aggiunto KCNA. Tuttavia, non sono stati indicati tempo e luogo del test. Non c’è alcuna conferma indipendente del lancio di prova, anche se KCNA ha pubblicato le immagini che accompagnavano la notizia. Raffigurano missili lanciati da sott’acqua, con Kim che supervisionava le operazioni. Di solito, il mondo non prende troppo sul serio le minacce di Pyongyang, in parte per la ragione che non vi è alcuna indicazione sulla capacità della RPDC di lanciare attacchi a lunga gittata contro nemici come gli Stati Uniti. Ma ciò potrebbe cambiare; se dimostrato, una capacità SLBM pienamente sviluppata vedrebbe Pyongyang poter lanciare attacchi su posizioni molto più distanti di quanto si pensi. Le immagini satellitari prese all’inizio di questa settimana mostrano la parte superiore di un nuovo sottomarino nordcoreano con un paio di tubi di lancio che potrebbero essere utilizzati per i missili balistici e da crociera. Gli analisti non traggono conclusioni in merito, in quanto ritengono una piena capacità SLBM semplicemente troppo costosa e ingombrante per Pyongyang in questo momento, ci vorrebbero “anni” secondo gli stessi esperti della Johns Hopkins University che hanno analizzato le immagini.
Dan Pinkston, esperto di Corea presso l’International Crisis Group di Seoul, ritiene tuttavia che nulla è impossibile. “S’è vero ciò che la Corea democratica afferma, allora c’è arrivata molto prima di quanto previsto“, citava AFP. “Una capacità SLBM certamente aumenterà la credibilità della minaccia di ritorsione della RPDC, ma mi piacerebbe vedere cosa l’intelligence dice di questo test”, ha aggiunto. Kim assediato come sempre, sostiene anche che il lancio indica che la RPDC possiede un'”arma strategica mondiale in grado di colpire e spazzare via dai mari le forze ostili che violassero la sovranità e la dignità (della Corea democratica)“. Ha salutato il lancio come un “successo che sgrana gli occhi” come il successo del lancio del satellite nel 2012. Al momento l’ONU condanna il lancio, sostenendo che sia un test missilistico balistico occultato. Gli Stati Uniti hanno subito reagito invitando la RPDC a non accrescere le tensioni regionali con tali atti. Un funzionario del dipartimento di Stato ha fatto riferimento alle numerose risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che Pyongyang avrebbe violato se il lancio si rivelasse vero. “Chiediamo alla Corea democratica di astenersi da azioni che aumentano ulteriormente le tensioni nella regione e si concentri invece sui passi concreti per la realizzazione dei suoi impegni e obblighi internazionali“, ha detto il funzionario in una e-mail, secondo Reuters.

Part-HKG-Hkg10177795-1-1-0Traduzione di Alessandro Lattanzio
SitoAuroraAuroraSito

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La Corea democratica avrebbe 20 testate nucleari

Sputnik 23/04/2015

Secondo le ultime stime degli esperti, Pyongyang potrebbe avere circa 20 testate nucleari con la possibilità di raddoppiarle entro il 2016.North Korea Nuclear Test SitePyongyang potrebbe aver accumulato circa 20 testate nucleari con la possibilità di raddoppiare il potenziale entro il 2016, secondo le ultime stime degli esperti. I dati, avanzati da esperti nucleari cinesi in una riunione a porte chiuse con i colleghi statunitensi, superano le precedenti stime su 10/16 bombe nucleari, riferiva il Wall Street Journal citando fonti informate. “Loro (gli esperti cinesi) ritengono che in base a ciò che hanno condiviso, i nordcoreani possono produrre uranio arricchito sufficiente per creare almeno 8/10 bombe di uranio altamente arricchito all’anno“, ha detto Siegfried Hecker, ex-direttore del Los Alamos National Laboratory, che aveva partecipato alla riunione di febbraio, secondo il quotidiano. All’inizio del mese, il capo dell’US Northern Command, ammiraglio William Gortney, aveva detto ai giornalisti che la Corea democratica potrebbe produrre una testata nucleare per un missile a lunga gittata che potrebbe raggiungere gli Stati Uniti. La Corea democratica si è dichiarata potenza nucleare nel 2005 e ha condotto una serie di test sotterranei di armi nucleari, negli anni successivi. Il programma nucleare di Pyongyang ha suscitato le proteste della comunità internazionale.

Traduzione di Alessandro Lattanzio
SitoAuroraAuroraSito

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Stati Uniti: la Corea democratica ha testate nucleari per missili intercontinentali

Sputnik 09/04/2015

L’intelligence degli Stati Uniti crede che la Corea democratica abbia miniaturizzato un’arma nucleare da poter montare su un missile intercontinentale, secondo il capo del Comando di Difesa Aerospaziale del Nord America.62760530-600x400Il comunicato dell’ammiraglio Bill Gortney durante un briefing del Pentagono riflette un’ipotesi già largamente diffusa secondo cui il Paese peninsulare cerca di sviluppare la tecnologia per mettere una testata nucleare sul missile balistico intercontinentale KN-08. “La nostra valutazione è che ha la capacità di dotare di un ordigno nucleare un KN-08 e lanciarlo sulla patria“, ha detto Gortney. “Questo è il nostro pensiero e la nostra valutazione del processo. Non abbiamo visto testare il KN-08 e ancora aspettiamo che lo facciano, ma non significa necessariamente che non lo lanceranno prima di testarlo“, ha aggiunto. La Corea democratica ha condotto tre test nucleari dal 2006, nessuno con il KN-08. Ma anche senza il test del KN-08 nucleare, Gortney ha detto che sarebbe “prudente” prevederne la minaccia. Gortney aveva detto che se la Corea democratica dovesse lanciare un missile contro gli Stati Uniti, “Sono sicuro che sapremo abbatterlo“. Ciò contrasta con la testimonianza a un’audizione al Congresso del mese scorso, quando disse che la mobilità del KN-08 “complicherà la nostra capacità di allarme e difesa contro un attacco”.
Jeffrey Lewis, direttore del Programma di non proliferazione nell’Est asiatico presso il James Martin Center for Nonproliferation Studies, ha dichiarato a Difense news che se è possibile dotare un KN-08 di una testata nucleare, è molto più difficile lanciarla sul bersaglio. “Non è che difficile compattarla“, ha detto Lewis, “ma incontrerebbe problemi di affidabilità, soprattutto se messa su un ICBM“. L’osservazione di Gortney avviene mentre il segretario della Difesa Ashton Carter prevede di visitare Seoul per colloqui sui modi per rafforzare la deterrenza contro la Corea democratica. Tali colloqui, secondo Carter, “rafforzano la deterrenza e migliorano la capacità della penisola di contrastare una sempre più pericolosa e provocatrice Corea democratica“.
Dopo l’ultimo test nucleare nel 2013, la Corea democratica ha affermato di poter colpire gli Stati Uniti con missili a testata nucleare, anche sfidando le risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sui test di lancio dei missili balistici.

Traduzione di Alessandro Lattanzio
SitoAuroraAuroraSito

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La Corea democratica potrebbe avere 100 armi nucleari entro il 2020

Sputnik 15/03/2015ChartOfTheDay_900_number_of_nuclear_tests_conducted_since_1945_nLa Corea democratica potrebbe notevolmente aumentare la sua potenza nucleare nei prossimi cinque anni, secondo l’ultimo rapporto di un think tank statunitense, aggiungendo che la nazione asiatica potrà avere 100 armi nucleari entro il 2020. Pyongyang avrebbe 16 armi nucleari già costruite con uranio e plutonio, secondo l’Istituto statunitense per la Scienza e la Sicurezza Internazionale (ISIS). In ciò che viene descritto come la peggiore delle ipotesi, il Paese eremita potrebbe far avanzare il programma nucleare non solo producendo più armi, ma anche aumentandone la potenza e riuscendo a miniaturizzare le testate nucleari. “Le armi nucleari della Corea democratica probabilmente diverranno più sofisticate su tutti i piani… mentre test sotterranei continuano e il Nord acquisisce esperienza sulle armi nucleari“, afferma il rapporto dell’ISIS. Tale previsione si basa sul presupposto che la Corea democratica abbia due impianti per centrifughe, secondo l’esperto di non proliferazione David Albright, che dirige l’ISIS. Un impianto è nel sito del Yongbyon Scientific Research Center, importante impianto nucleare a 60 miglia a nord di Pyongyang. L’agenzia Yonhap afferma che Albright ha detto che tre disertori nordcoreani avrebbero indicato tre località in cui il secondo impianto per centrifughe potrebbe trovarsi. Questa informazione non è stata ancora verificata da fonti indipendenti. L’amministrazione Obama è così concentrata sulla firma dell’accordo con l’Iran sul suo programma nucleare che non ha energia per affrontare il programma nucleare della Corea democratica, afferma Albright, definendo ciò una “tragedia”.

Traduzione di Alessandro Lattanzio
SitoAuroraAuroraSito

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La Corea democratica minaccia gli USA con la strategia militare del Juche, con una guerra imprevedibile

TASS8183053398_dac546a00c_zLa Corea democratica potrebbe utilizzare contromisure decise in risposta ad azioni ostili dell’amministrazione degli Stati Uniti, ha dichiarato la Commissione nazionale di Difesa del Paese. Pyongyang è pronta “a contrastare gli Stati Uniti in caso di guerra, anche nucleare“, afferma la dichiarazione della Commissione, ente supremo di governo della Corea democratica. Il popolo e l’esercito della Corea democratica “non devono, né vogliono sedersi al tavolo dei negoziati con gli Stati Uniti che cercano di travolgere l’ideologia della Repubblica e di abbatterne il sistema sociale“. Washington dovrebbe sapere, afferma la Commissione, che in un confronto con gli Stati Uniti la Corea democratica può effettuare diversi e precisi attacchi nucleari a sorpresa con mezzi terrestri, navali, subacquei, aerei e con la cyberguerra. La Commissione nazionale di Difesa, guidata dal leader della Corea democratica Kim Jong-un, sottolinea che l’esercito del popolo userà strategia e tattiche del Juche e anche metodi senza precedenti nelle operazioni militari.
La dichiarazione appare mentre il presidente Obama annuncia l’intenzione d’introdurre altre sanzioni alla Corea democratica e tra gli appelli persistento della leadership politica e militare degli Stati Uniti ad intensificare il blocco del Paese. La Commissione rileva anche il carattere pericoloso delle prossime esercitazioni militari tra USA e Corea del sud, note come ‘Key Resolve‘ e ‘Foal Eagle‘, che di solito iniziano a marzo. Il mese scorso, la Corea democratica annunciava di esser pronta a una moratoria sui test nucleari se Stati Uniti e Corea del sud sospendevano le loro esercitazioni militari congiunte. Tuttavia, il governo degli USA aveva rifiutato l’offerta.

Traduzione di Alessandro Lattanzio
SitoAuroraAuroraSito

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La Corea democratica riduce drasticamente i tempi di preparazione per il lancio dei missili

TASS 13 gennaio 2015521943La Corea democratica ha drasticamente ridotto i tempi necessari per preparare i lanci di missili, migliorando la qualità dei carburanti liquidi per i missili balistici, ha riferito il quotidiano della Corea del Sud Chosun Ilbo. L’articolo cita una fonte del governo secondo cui ciò potrebbe virtualmente paralizzare il sistema di difesa missilistico della Corea del Sud, che “si pensava rilevasse in anticipo il lancio di missili balistici nordcoreani, perché il combustibile liquido doveva essere pompato nei missili prima del lancio”. Tuttavia, l’analisi dei rapporti d’intelligence indica che i missili balistici nordcoreani possono rimanere in stand-by per diversi mesi, “anche dopo che vi è stato iniettato combustibile liquido, perché la sua qualità è migliorata“. Ciò darebbe a Pyongyang maggiore flessibilità nel decidere quando lanciare un missile. Secondo l’articolo, la Corea democratica ha circa 1000 missili balistici, la maggior parte dei quali utilizza combustibile liquido.

Traduzione di Alessandro Lattanzio
SitoAuroraAuroraSito

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il leader nordcoreano ordina di trasformare le forze armate nell’élite dell’esercito rivoluzionario

TASS 2 dicembre 201441bb0b681787b01b692b43e5f1f931e2_articleEsercitazioni militari sono iniziate in Corea democratica. Il comandante supremo Kim Jong Un ha ordinato al comando dell’Esercito Popolare di Corea di valutare addestramento al combattimento e formazione politica dei militari. Il leader nordcoreano Kim Jong visitando una batteria di artiglieria in un’unità militare, ha detto che “le forze armate del Paese dovrebbero essere trasformate in un esercito rivoluzionario d’élite rafforzandone le capacità di combattimento“, secondo l’agenzia KCNA. Il Maresciallo Kim Jong Un ha visitato le caserme della batteria sollecitando gli ufficiali “a prendersi cura dei subordinati“. Come segno d’incitamento il leader nordcoreano ha scattato foto con i militari della formazione e consegnatogli un fucile d’assalto e un binocolo.
Il maresciallo è convinto che un vigoroso addestramento delle unità militari dovrebbe mostrare l’alto livello di addestramento militare e politico dei combattenti. Pertanto, la Corea democratica conduce esercitazioni regolarmente e recentemente una volta ogni due mesi. Ad ottobre il Maresciallo Kim Jong Un ha supervisionato le esercitazioni dell’aeronautica con decolli e atterraggi di aerei da guerra ed intercettazione di bersagli aerei. Poi il leader del Paese ha ispezionato i cockpit dei velivoli e familiarizzato con le capacità di combattimento dei velivoli. L’Aeronautica dell’Esercito Popolare di Corea aveva compiuto esercitazioni ad agosto.

Traduzione di Alessandro Lattanzio
SitoAuroraAuroraSito

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento