Kim Jong Un riceve Lavrov

KCNA, Pyongyang, 1 giugno 2018Kim Jong Un, Presidente del Partito dei lavoratori della Corea e Presidente della Commissione affari statali della Repubblica popolare democratica di Corea, riceveva il Ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov in visita in Corea democratica, ospite a Paekhwawon. Presenti c’erano Igor Morgulov, Viceministro degli Esteri della Russia, Aleksandr Matsegora, ambasciatore nella RPDC, Oleg Stepanov, direttore del Dipartimento di Pianificazione politica estera del Ministero degli Esteri russo, Oleg Burmistrov, ambasciatore itinerante del Ministero degli Esteri russo e Igor Sagitov, Vicedirettore del dipartimento Asia 1 del Ministero degli Esteri russo.
Il rispettato leader supremo s’incontrava volentieri col Ministro degli Esteri, scambiandosi cordiali saluti e avendo una sessione fotografica con l’ospite. Salutava calorosamente la visita del Ministro degli Esteri Lavrov e dei suoi accompagnatori nella Corea democratica, avendovi una conversazione amichevole. Nell’occasione Lavrov rispettosamente trasmise la lettera personale del Presidente della Federazione Russa Vladimir Vladimirovich Putin a Kim Jong Un, che ringraziato il Presidente Putin per aver inviato l’amichevole e bella lettera personale trasmettendogli i ringraziamenti. Si scambiavano nella conversazione le opinioni dei vertici di Corea democratica e Russia sull’andamento della situazione e la prospettiva della penisola coreana e della regione, di recente focus mondiale. Furono inoltre discussi i temi dell’ulteriore espansione e sviluppo delle relazioni di cooperazione politica ed economica tra i due Paesi e di una stretta cooperazione reciproca. Lavrov apprezzava molto la RPDC per aver guidato con successo le relazioni tra nord e sud della Corea e tra Corea democratica e Stati Uniti, sulla situazione della penisola coreana e della regione entrata nella fase di stabilità. Dichiarava che la Russia appoggia pienamente la determinazione della Repubblica democratica popolare di Corea mettendo il vertice Corea democratica-Stati Uniti in cima all’agenda e con la denuclearizzazione della penisola coreana, auspicandone il successo.
Kim Jong Un dichiarava che la volontà della Repubblica popolare democratica di Corea di denuclearizzare la penisola coreana rimane invariata, coerente e fissa e spera che le relazioni di Corea democratica e Stati Uniti e denuclearizzazione della penisola coreana saranno risolte gradualmente trovando una soluzione che soddisfi gli interessi di tutti con una nuova via a una nuova era e una nuova situazione e alla soluzione dei problemi attraverso dialogo e negoziati efficaci e costruttivi. Concordavano sul rinvigorire le visite di alto rango, attivare scambi e cooperazione in diversi campi e, soprattutto, realizzare il vertice dei dirigenti di RPDC e Russia quest’anno per il 70° anniversario dell’instaurazione della relazioni diplomatiche tra due Paesi, continuando a sviluppare le relazioni strategiche e tradizionali RPDC-Russia nell’interesse di entrambe le parti, in linea con l’esigenza di una nuova era futura.
Kim Jong Un esprimeva grande soddisfazione per la buona conversazione col Ministro degli Esteri Lavrov, confermando posizione e intenzione della leadership russa e contribuendo a costruire nuove relazioni politiche e strategiche di reciproca fiducia.Traduzione di Alessandro Lattanzio

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.