Alcuna forza può prevalere su indipendenza e giustizia

Pyongyang, KCNA, 30 dicembre 2017L’agenzia di stampa centrale coreana ha pubblicato un rapporto dettagliato sulla situazione della penisola coreana quest’anno. I contenuti principali del rapporto sono i seguenti:
La situazione della penisola coreana è un’epitome della situazione politica mondiale. L’amministrazione Trump, che ha definito la soluzione della questione nucleare della Corea democratica compito primario della sua politica diplomatica e di sicurezza, e la sua politica sulla RPDC come “massima pressione ed impegno“, ha fatto ricorso ad ostilità verso la Corea democratica, sminuendo le politiche delle precedenti amministrazioni, dichiarando apertamente che “l’approccio alla RPDC significa precisamente attacco preventivo“. Quindi la comunità internazionale concentrava l’attenzione sulla penisola coreana sin dall’inizio dell’anno. I nostri partito e Stato, indicando la via da percorrere alla Corea socialista nel nuovo anno, chiarivano la posizione di principio di continuare a rafforzare le capacità di autodifesa e d’attacco preventivo con la forza nucleare come perno, fin quando Stati Uniti e forze vassalle persistono nella minaccia e nei ricatti nucleari e nelle manovre di guerra sotto la maschera delle esercitazioni annuali alle porte della Corea democratica.
Il 12 febbraio la RPDC testava con successo la nuova arma strategica Pukguksong-2, missile balistico strategico a medio raggio.
Il 18 marzo, riusciva la prova a terra del nuovo motore ad alta spinta in stile coreano, annunciando la nascita dell’industria missilistica basata sul Juche e dichiarava l’istituzione delle basi eterne per completare lo potenza nucleare.
Il 4 e il 28 luglio testava con successo l’ICBM Hwasong-14 in grado di colpire il cuore degli Stati Uniti. Gli Stati Uniti hanno preparavano nuove sanzioni contro la Corea democratica e guidarono l’adozione delle “risoluzioni delle sanzioni” alle Nazioni Unite contro la Corea democratica. Diffondendo la storia sulla “guerra in agosto” insieme a commenti belluini come “guerra preventiva” e “attacco preventivo”, Trump aveva detto che “la Corea democratica affronterà fuoco e furia” e “se scoppia una guerra, sarà combattuta nella penisola coreana e se migliaia moriranno, sarà sempre sulla penisola“.
Il perfetto successo della RPDC nel test della Bomba-H per ICBM, condotto il 3 settembre, è stata la maggiore vittoria dando al Paese lo status di potenza nucleare mondiale e garanzia militare credibile per porre fine ai ricatti nucleari degli imperialisti statunitensi.
Il 12 settembre la RPDC concluse il programma per rendere operativo il missile balistico strategico a medio raggio Hwasong-12, chiarendo così che l’obiettivo ultimo è mantenere l’equilibrio della forza con gli Stati Uniti.
Il 19 settembre Trump osò urlare alla “distruzione totale” della RPDC nell’arena delle Nazioni Unite, inaudita spazzatura volta solo a stordire il pubblico mondiale. La Repubblica popolare democratica di Corea chiariva la netta volontà di contrastare la più feroce dichiarazione di guerra degli Stati Uniti definitivamente. La Seconda sessione plenaria del 7° Comitato Centrale del Partito dei lavoratori della Corea, il 7 ottobre, nuovamente chiariva la posizione di principio dei nostri Partito e Stato per preservare la nobile missione e la natura delle armi nucleari della RDPC che il popolo ha acquisito attraverso una dura lotta, per proteggere pace e sicurezza nella penisola coreana, nella regione e nel resto del mondo.
Il 29 novembre, la RDPC testava con successo il nuovo ICBM Hwasong-15 che ne riflette il tremendo potere di potenza militare mondiale. Le persistenti mosse degli Stati Uniti contro la Corea democratica in campo politico, economico, militare, diplomatico e in tutti gli altri campi fino alla fine dell’anno, non hanno potuto fermare nemmeno per un momento la fiduciosa avanzata della RPDC verso la vittoria della causa.
Grazie al Juche, la Corea è l’avamposto che preserva indipendenza, giustizia e socialismo con la preziosa spada della giustizia nucleare, impedendo una guerra nucleare che minacciava il mondo e preservando il desiderio dell’umanità per la pace. La RPDC, nuovo innegabile Stato strategico e potenza nucleare del Juche, dichiara: Non aspettatevi alcun cambiamento sua nostra politica. La sua entità come potenza invincibile non può essere né indebolita né cancellata. La Corea democratica, in quanto Stato responsabile con armi nucleari, guiderà la tendenza storica all’unica via per l’indipendenza e la giustizia, superando tutte le tempeste su questo pianeta.Traduzione di Alessandro Lattanzio

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.