La Namibia riconosce che la Corea democratica ha costruito una fabbrica di armi nel Paese

RT 18 marzo 2016

Il governo della Namibia ha confermato che la Corea democratica ha costruito una fabbrica di armi e munizioni nel Paese ed è in procinto di concludere altri contratti per la costruzione di edifici relativi alla difesa.

Netumbo Nandi-Ndaitwah

Netumbo Nandi-Ndaitwah

La conferma è arrivata una settimana dopo il rigetto del governo della Namibia delle accuse del comitato di esperti delle Nazioni Unite. Quest’ultimo ha stabilito che Pyongyang aveva violato le sanzioni delle Nazioni Unite in rappresaglia del programma di armamenti nucleari, fornendo armi e partecipando a programmi militari nei Paesi africani, tra cui Uganda e Namibia. Questa settimana, la Viceprima Ministra della Namibia, Netumbo Nandi-Ndaitwah, ha confermato che la società statale della Corea democratica Mansudae Overseas Projects, attraverso la controllata KOMID, aveva costruito una piccola fabbrica di armi e munizioni nella capitale Windhoek. Il dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti definiva la KOMID come “primo produttore e canale della proliferazione di armi della Corea democratica” per merci e mezzi connessi a missili balistici e armi convenzionali. Netumbo Nandi-Ndaitwah ha detto che Corea democratica e Namibia hanno una vecchia cooperazione militare, risalente alla lotta per l’indipendenza. Secondo il rapporto delle Nazioni Unite la Namibia avrebbe anche confermato che KOMID ha firmato contratti con il governo da diversi miliardi di dollari per la costruzione del Palazzo Presidenziale, del Museo delle Forze Armate e del Museo dell’Indipendenza della Namibia. Tuttavia, la viceprima ministra della Namibia ha detto che il governo namibiano aveva risposto alle richieste di informazioni dalle Nazioni Unite, visto che non c’era niente di sbagliato nel concludere contratti con la Corea democratica per costruzione di edifici e addestramento tecnico delle Forze Armate.
Per la Namibia, l’impianto costruito dalla Corea democratica non è in conflitto con le sanzioni perché i prodotti costruiti non sono volti all’esportazione, ma alle forze di sicurezza nazionali. Inoltre, secondo Netumbo Nandi-Ndaitwah le sanzioni delle Nazioni Unite mirano al programma nucleare della Corea democratica e non proibiscono alla Namibia di avere rapporti diplomatici o altri legami militari con Pyongyang. Tuttavia, il rapporto delle Nazioni Unite afferma che “la costruzione di fabbriche di munizioni o installazioni militari è considerata servizio o assistenza per approvvigionamento, fabbricazione e manutenzione di armi” proibito dalle risoluzioni delle Nazioni Unite. L’anno scorso, il gruppo di esperti delle Nazioni Unite che monitora l’attuazione delle sanzioni contro la Corea democratica, aveva trovato che il Paese forniva armi leggere e addestramento contro-insurrezionale alle forze speciali di polizia, violando le sanzioni imposte dalle Nazioni Unite.

Traduzione di Alessandro Lattanzio
SitoAuroraAuroraSito

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...