La Corea democratica pronta a rispondere alle ostilità statunitensi, con armi nucleari, in qualsiasi momento

RussiaToday, 15 settembre 201561FB165E-1F75-4037-833D-89D8A6D33AC5_w640_r1_sLe autorità nordcoreane hanno annunciato di essere pronte ad affrontare l’ostilità degli Stati Uniti “con armi nucleari in qualsiasi momento“, e che migliorano le armi nucleari del Paese “per qualità e quantità“. “Se le forze ostili degli Stati Uniti ed altre persistono a perseguire una politica ostile e sconsiderata verso la Corea democratica, siamo pienamente preparati a rispondere con le armi nucleari in qualsiasi momento“, ha detto il direttore dell’Istituto dell’Energia Atomica citato dall’agenzia KCNA. Pyongyang ha già attivato il reattore nucleare del Centro di Ricerca Scientifica Nucleare di Yongbyon, il principale impianto nucleare della Corea democratica, a 90 chilometri dalla capitale Pyongyang. “Tutte le strutture nucleari di Yongbyon, tra cui l’impianto di arricchimento dell’uranio e il reattore da cinque megawatt sono stati riorganizzati, modificati e riadattati, e hanno cominciato ad operare normalmente“, ha detto il direttore dell’Istituto dell’Energia Atomica citato dall’agenzia KCNA.
L’Amministrazione dello Sviluppo Aerospaziale Nazionale della Corea democratica ha detto di aver quasi completato lo sviluppo di un nuovo satellite di osservazione della Terra. “Il mondo vedrà chiaramente una serie di satelliti della Corea attraversare il cielo nei tempi e luoghi stabiliti dal Comitato centrale del Partito dei lavoratori della Corea“, secondo una dichiarazione dell’amministrazione. Tuttavia Seoul dice che questi satelliti possono essere missili a lungo raggio e sarebbero una provocazione e costituire una minaccia per i vicini. “Il lancio di missili balistici della Corea democratica sono una grave provocazione e minaccia militare, così come una chiara violazione delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza che vietano le attività con missili balistici“, ha detto il portavoce del ministero degli Esteri Noh Kwang-il.
Le tensioni recentemente si sono intensificate nella penisola coreana. Ad agosto, Sud e Nord ebbero uno scontro a fuoco sugli altoparlanti per la propaganda del Sud installati alla frontiera. Pyongyang chiese di rimuoverli. Il bombardamento transfrontaliero impose l’evacuazione dei civili dai villaggi vicini e le forze armate dei due Paesi furono messe in allerta e pronte al combattimento. Pyongyang aveva anche minacciato Washington, dicendo che avrebbe risposto di conseguenza se gli USA non fermavano le esercitazioni militari con la Corea del Sud. La RPDC aggiunse di essere pronta a utilizzare le sue più recenti armi, “sconosciute al mondo“. Tuttavia, le tensioni non hanno comportato la guerra. A fine agosto, le due parti hanno raggiunto un accordo per porre fine allo stallo militare.

Traduzione di Alessandro Lattanzio
SitoAuroraAuroraSito

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...