La RPDC schiera navi d’assalto delle Forze Speciali

Sottomarini nordcoreani in operazione, artiglieria raddoppiata, ripresi i colloqui con il Sud
RT 24 agosto 201555d96dffc36188bb158b457aLa Corea democratica ha raddoppiato l’artiglieria e la maggior parte dei suoi sottomarini sembrano usciti dalle loro basi, ha detto un ufficiale sudcoreano citato da Yonhap. L’annuncio arriva mentre i colloqui sono in corso tra le due parti sulla crisi al confine. Secondo l’ufficiale più di 50 sottomarini nordcoreani sono fuori per operazioni. “Il settanta per cento dei sottomarini della Corea democratica ha lasciato le basi, e le loro posizioni non sono confermate“, ha detto l’ufficiale aggiungendo che Pyongyang ha circa 70 sottomarini. “E’ una situazione molto grave“, ha aggiunto. Nel frattempo, l’agenzia Yonhap ha riferito che sei caccia sudcoreani sono rientrati prima del previsto dalle esercitazioni militari Red Flag in Alaska. Gli F-16 dovevano inizialmente rientrare alla fine della settimana. Le tensioni si sono recentemente acuite nella penisola coreana dopo lo scontro a fuoco del 20 agosto. Ci sono state segnalazioni secondo cui la Corea del Sud aveva ordinato l’evacuazione di circa 15000 i civili dalla frontiera ovest della penisola coreana, riferendo di bombardamenti dal Nord. Il 22 agosto, Pyongyang ha posto un ultimatum a Seoul esigendo la fine della propaganda tramite altoparlanti sulla frontiera, fissando un termine per le 17:00. Il Nord ha minacciato un’azione militare ‘imminente’ se Seoul non soddisfa le richieste. Tuttavia, il Viceministro della Difesa della Corea del Sud Baek Seung-joo ha detto al parlamento che le trasmissioni continueranno, aggiungendo che il Nord probabilmente ha sparato nelle aree nella zona demilitarizzata, dove sono di stanza i trasmettitori.
Il secondo round di colloqui tra alti funzionari del Sud e del Nord era in corso il 23 agotso. In precedenza avevano avviato i negoziati per cercare di alleviare la crisi al confine. L’incontro è durato 10 ore, fino oltre mezzanotte. Le parti hanno rinviato la revisione delle rispettive posizioni. Secondo un funzionario del ministero della Difesa della Corea del Sud, Seoul risponderà alle unità di Pyongyang che attaccano gli altoparlanti nella zona demilitarizzata. “In caso di tiri su emittenti nella zona demilitarizzata, le nostre forze armate contrattaccheranno“, ha detto alla TASS, aggiungendo che i militari del Sud “avrebbero reagito in proporzione alle minacce che affrontano”.

La RPDC schiera navi da trasporto delle Forze Speciali durante i colloqui con la Corea del Sud
Sputnik 24/08/2015

La Corea democratica ha schierato mezzi da sbarco con forze speciali a bordo, al fronte, tenendo colloqui ad alto livello con la Corea del Sud per ridurre le tensioni, secondo i media locali.1416748469360_Image_galleryImage_Mandatory_Credit_Photo_bySecondo l’agenzia Yonhap 10 hovercraft da sbarco hanno lasciato una base della Corea democratica recandosi in un’altra base navale, non lontano dal confine tra le due Coree. “Dato che la Corea democratica ha dichiarato lo stato di allerta, mezzi e forze d’invasione sono in movimento“, ha detto una fonte all’agenzia. Vicini al conflitto, hanno avuto il primo round di colloqui ad alto livello per ridurre le tensioni acuite all’inizio della settimana. I negoziati sono continuati il 23 agosto. Le tensioni nella penisola coreana si sono acuite il 20 agosto quando la Corea democratica avrebbe sparato su una base militare della Corea del Sud nella zona demilitarizzata. Seoul s’è affrettata a reagire con decine di colpi di artiglieria pesante. L’episodio è il primo scontro armato tra i vicini in cinque anni, dopo che Seoul ha ripreso la diffusione di propaganda militare sul confine con la Corea democratica, pratica cessata un decennio fa. Sotto l’ultimatum della Corea democratica, il 22 agosto è stato l’ultimo giorno per Seoul d’interrompere le trasmissioni.

Traduzione di Alessandro Lattanzio
SitoAuroraAuroraSito

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a La RPDC schiera navi d’assalto delle Forze Speciali

  1. spezziamolecatene ha detto:

    L’ha ribloggato su Disquisendo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...