La Corea democratica inizia la costruzione di un’avanzata base per sottomarini lanciamissili

Nick Hansen e Jeremy Binnie, IHS Jane Defence Weekly, 22 luglio 2016Cn36XvVUIAAcltDLa Corea democratica costruisce una struttura fortificata vicino alla città portuale di Sinpo con ciò che sembrano due banchine coperte che potrebbero dare riparo a sottomarini lanciamissili balistici (SSB). Situata a 2,25 km a sud del cantiere di Sinpo, vicino la base navale di Mayang-do, sulla costa orientale del Paese, la nuova costruzione è il maggiore programma di edilizia militare attivo in Corea democratica in questo momento. Immagini satellitari mostrano che la costruzione della base è iniziata tra agosto 2009 e novembre 2012. Gran parte del porto del 2009 (una superficie di circa 6000 mq) è riparata dal mare da una diga dal novembre 2012. Le cave sulle colline circostanti probabilmente furono utilizzate per estrarre il materiale da costruzione. La zona del porto è stata completata nell’ottobre 2013 e lo scavo dei bacini progrediva con la costruzione di un nuovo molo. Le banchine presero forma il 24 luglio 2014, con la Corea democratica che si preparava a porvi le basi in cemento. A metà 2015 le strutture d’acciaio sulle banchine furono poste ed alcune lastre di cemento formavano i tetti dei rifugi. Le immagini del 13 maggio 2015 mostrano i due rifugi di circa 150 m di lunghezza, 10 m di larghezza e 14 m di altezza. Le immagini satellitari dell’8 maggio 2016 rivelano che la costruzione dei rifugi era avanzata nelle parti coperte di terra. L’edificio è ancora in costruzione sulle facciate dei rifugi e una chiatta era ormeggiata alla diga. Il nuovo molo, ormai lungo 137 metri e largo 13 m, è in fase di completamento. La Corea democratica ha già diversi bunker per sottomarini, alcuni dei quali capaci di accogliere gli obsoleti sottomarini d’attacco Romeo.

Traduzione di Alessandro Lattanzio
SitoAuroraAuroraSito

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La Corea democratica lancia con successo 2 missili balistici

Xinhua 23/06/2016bm25scene1.jpg647cf412-4a3b-4b74-a0e1-6e7bd1049e6fOriginalLa Repubblica Popolare Democratica di Corea (RPDC) annunciava di aver testato con successo un missile balistico superficie-superficie a medio raggio Hwasong-10 e uno a lungo raggio strategico, in presenza del leader Kim Jong Un sul sito del lancio, secondo KCNA. Il missile balistico “è decollato da una rampa di lancio semovente e con precisione ha colpito l’area marittima a 400 km, dopo aver volato alla quota massima di 1413.6 km, lungo l’orbita prevista“, secondo KCNA. Il test ha confermato la caratteristica del volo cinetico del missile balistico della RPDC con un sistema aggiornato di sicurezza e controllo e specifiche tecniche di nuova concezione per struttura e sistema dinamico del missile, secondo i media di Stato. Il test ha verificato anche la resistenza al calore della testata nella sezione di rientro e la stabilità di volo. Kim ha dato l’ordine di avviare il lancio del missile dopo aver ascoltato una relazione sul piano. Kim ha detto che la Corea democratica ha sicuramente la capacità di attaccare gli statunitensi nella regione del Pacifico e che il Paese dovrà avere potenti mezzi offensivi per minacciare il nemico e difendere il popolo dalle minacce di Stati Uniti e altre forze ostili. Ha anche sottolineato la necessità che la Corea democratica aumenti la “capacità d’attacco nucleare preventivo in modo netto” e continui a sviluppare armi d’attacco strategiche, aggiungendo che la capacità di attacco nucleare dovrà essere costantemente rafforzata per proteggere il Paese e il popolo dalla minaccia nucleare degli Stati Uniti.
Il 21 giugno il Capo di Stato Maggiore della Corea del Sud aveva detto che la Corea democratica ha lanciato due missili balistici sospettati di essere missili a medio raggio Musudan dalla zona di Wonsan sulla costa orientale. Il primo è stato lanciato verso le 05:58 ora di Seoul, ma sembrava aver fallito avendo il missile volato seguendo una breve traiettoria anomala rispetto a quella di un normale missile balistico. La Corea democratica testava un secondo missile all 8:05 ora di Seoul, che volava per circa 400 chilometri. Si ritiene che un missile balistico debba volare almeno 300 km per considerare riuscita la prova di lancio. L’ultimo lancio di un missile a medio raggio fu la sesta prova di questo tipo di Pyongyang, dopo cinque lanci precedenti da tutti ritenuti falliti.

Global Times

Traduzione di Alessandro Lattanzio
SitoAuroraAuroraSito

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La Corea democratica lancia un missile balistico da un sottomarino

Yonhap 23/04/2016CgywWyOU0AEEJUqLa Corea democratica ha lanciato ciò che sembrava un missile balistico per sottomarino nel mare orientale, secondo i militari della Corea del Sud. I Capi di Stato Maggiore affermano che la Corea democratica ha lanciato ciò che credono sia un missile balistico lanciato da sottomarini (SLBM) intorno alle 18:30, mentre controllavano i militari nordcoreani per mantenere la prontezza al combattimento. I JCS aggiunsero che il missile volò per circa 30 km, ben al di sotto della gittata minima degli SLBM di 300 km. Separatamente, una fonte del governo della Corea del Sud affermava che il motore del SLBM si era acceso dopo l’espulsione da un sottomarino da 2000 tonnellate classe Sinpo, che navigava solo per una breve distanza. “Questo proiettile, che si crede sia un SLBM, ha volato per un paio di minuti“, aggiungeva la fonte.
Il mese scorso, un rapporto dagli Stati Uniti affermava che la Corea democratica aveva condotto un test a terra di un SLBM KN-11. Il Washington Free Beacon aveva detto che il test del 16 marzo comportava la prova di espulsione del KN-11 da un contenitore metallico nel cantiere navale di Sinpo, sulle coste orientali della RPDC. Né Pentagono, né dipartimento di Stato confermarono il rapporto. Nel maggio dello scorso anno, Pyongyang affermò di aver effettuato con successo un test subacqueo di un SLBM, seguito da ciò che i funzionari statunitensi definirono test falliti del 28 novembre e del 21 dicembre dove il sottomarino classe Sinpo sarebbe stato danneggiato durante la confusa prova del 28 novembre, e i cui lavori di riparazione furono completati all’inizio del mese. Poi il 26 marzo, un sito di propaganda della Corea democratica caricava un video che mostrava un SLBM colpire Washington.
Se confermata, l’ultima prova del SLBM si aggiungerebbe ai passi provocatori di Pyongyang degli ultimi mesi a dispetto delle sanzioni internazionali. La Corea democratica ha affrontato sanzioni dopo il quarto test nucleare di gennaio e il lancio di un missile a lungo raggio del mese successivo. Il Paese sembra prepararsi a un’altra detonazione nucleare presso il poligono di Punggye-ri. La capacità SLBM della RPDC, se pienamente sviluppata, porrebbe una seria minaccia per la natura mobile. Gli esperti dicono che un test di “espulsione” si svolge generalmente nelle prime fasi di sviluppo degli SLBM, e Pyongyang dovrebbe ancora completare anni di sviluppo del SLBM.

Traduzione di Alessandro Lattanzio
SitoAuroraAuroraSito

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Corea democratica: il lancio del missile balistico da un sottomarino, un ‘successo notevole’

Sputnik, 24/04/2016

La Corea democratica ha ammesso di aver condotto un test di lancio di un missile da un sottomarino, dichiarandolo un “notevole successo”.1037135322La Corea democratica ha ammesso di aver effettuato il lancio di prova del missile da un sottomarino, dichiarandolo “notevole successo”, secondo l’agenzia KCNA. I militari della Corea del Sud dichiaravano di aver individuato un sottomarino nordcoreano lanciare un missile balistico al largo delle coste orientali, spingendo la Francia a chiedere ulteriori sanzioni comunitarie contro Pyongyang. L’agenzia coreana ha detto che il lancio del missile balistico “ha pienamente confermato l’affidabilità del sistema di lancio sottomarino e soddisfatto tutti i… requisiti tecnici per effettuare un’operazione offensiva“. Il leader della Corea democratica Kim Jong Un supervisionava il lancio ed era soddisfatto del risultato, aggiunge il comunicato.
Le tensioni nella penisola coreana s’intensificarono dopo che la Corea democratica effettuò con successo il test di una bomba all’idrogeno a gennaio. La RPDC sostiene di aver bisogno di armi atomiche come deterrente per impedire l’invasione dagli Stati Uniti.

Traduzione di Alessandro Lattanzio
SitoAuroraAuroraSito

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La Corea democratica avrebbe schierato missili balistici Musudan

Sputnik 14/04/2016

La Corea democratica avrebbe presumibilmente schierato 1-2 missili balistici a medio raggio Musudan (noti anche come Rodong-B o BM-25) sulle coste orientali, secondo i media della Corea del Sud.128I missili sono stati avvistati nella zona della città portuale orientale di Wonsan, secondo l’agenzia Yonhap della Corea del Sud, citando fonti governative. “Dato che la Corea democratica si avventurerebbe nel lancio in occasione del compleanno di Kim Il-sung“, ha detto la fonte di Yonhap. Secondo la fonte del governo, i missili sono stati schierati “circa 20 giorni fa” e la Corea democratica non li ha ritirati. Altre fonti hanno detto a Yonhap che i missili sono stati caricati su un lanciatore mobile. Se la Corea democratica lanciasse i missili Musudan. sarebbe la prima prova di lancio del BM-25 di Pyongyang, secondo Yonhap. Ai primi di gennaio, la Corea democratica effettuò con successo il test di una bomba all’idrogeno, e pose un satellite in orbita un mese dopo, in violazione delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. A marzo, la Corea democratica ha condotto molteplici lanci di missili a breve e medio raggio.
In risposta alle recenti attività della Corea democratica, Corea del Sud e Stati Uniti hanno avviato ampie esercitazioni militari nella regione, che dovrebbero durare fino al 30 aprile e che includono test di attacchi missilistici sugli impianti nucleari della Corea democratica in caso di guerra. Pyongyang ha definito le esercitazioni una provocazione.

Traduzione di Alessandro Lattanzio SitoAuroraAuroraSito

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il leader della Corea democratica ha guidato il lancio da un lanciarazzi multipli pesante

Xinhua 22/03/2016 572754_900Il leader della Repubblica Popolare Democratica di Corea (Corea del Nord) Kim Jong Un ha nuovamente guidato un lancio di prova del nuovo lanciarazzi multipli pesante, riferiva l’agenzia stampa ufficiale del Paese KCNA. Kim ha espresso soddisfazione per la precisione dei razzi e lodato ufficiali e scienziati coinvolti nella produzione riuscita del sistema di lancio, secondo KCNA.
Il lanciarazzi è “di grande importanza strategica aumentando notevolmente la potenza del KPA (Esercito del Popolo coreano) nel montare un attacco di precisione ai nemici nella parte meridionale della Corea“, riferiva KCNA citando Kim. Kim era accompagnato dal direttore generale dell’Ufficio Politico del KPA Hwang Pyong So e dal comandante del KPA Maggiore-Generale Ri Myong Su, così come da altri ufficiali. Il lancio di prova avveniva tra forti tensioni tra le due Coree, mentre Repubblica di Corea e Stati Uniti eseguono grandi esercitazioni militari. Pyongyang ha ripetutamente condannato e chiesto la sospensione delle manovre sostenendo che sono “prove per l’invasione del nord“. La Corea democratica aveva lanciato 5 missili a corto raggio a 200 chilometri nelle acque del mare orientale, secondo lo Stato Maggiore della Corea del Sud. KCNA riferiva che il leader aveva anche visitato una fabbrica ristrutturata della Marina della KPA per la riparazione delle navi da guerra, sottolineando l’importanza di sviluppare la forza navale e rafforzare la difesa costiera del Paese.
Il 3 marzo, Kim guidava il lancio di prova di un lanciarazzi multipli pesante di nuova concezione per la prima volta. Quando assisté al lancio di prova, ordinò ai militari di essere pronti a lanciare testate nucleari operative in qualsiasi momento, sottolineando che la Corea democratica continuerà a sviluppare le armi nucleari. Quando assisté all’esercitazione con lancio di missili balistici il 10 marzo, Kim chiese che tutti i mezzi di attacco nucleare della forza strategica si preparassero all’azione.575759_900Traduzione di Alessandro Lattanzio
SitoAuroraAuroraSito

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La Namibia riconosce che la Corea democratica ha costruito una fabbrica di armi nel Paese

RT 18 marzo 2016

Il governo della Namibia ha confermato che la Corea democratica ha costruito una fabbrica di armi e munizioni nel Paese ed è in procinto di concludere altri contratti per la costruzione di edifici relativi alla difesa.

Netumbo Nandi-Ndaitwah

Netumbo Nandi-Ndaitwah

La conferma è arrivata una settimana dopo il rigetto del governo della Namibia delle accuse del comitato di esperti delle Nazioni Unite. Quest’ultimo ha stabilito che Pyongyang aveva violato le sanzioni delle Nazioni Unite in rappresaglia del programma di armamenti nucleari, fornendo armi e partecipando a programmi militari nei Paesi africani, tra cui Uganda e Namibia. Questa settimana, la Viceprima Ministra della Namibia, Netumbo Nandi-Ndaitwah, ha confermato che la società statale della Corea democratica Mansudae Overseas Projects, attraverso la controllata KOMID, aveva costruito una piccola fabbrica di armi e munizioni nella capitale Windhoek. Il dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti definiva la KOMID come “primo produttore e canale della proliferazione di armi della Corea democratica” per merci e mezzi connessi a missili balistici e armi convenzionali. Netumbo Nandi-Ndaitwah ha detto che Corea democratica e Namibia hanno una vecchia cooperazione militare, risalente alla lotta per l’indipendenza. Secondo il rapporto delle Nazioni Unite la Namibia avrebbe anche confermato che KOMID ha firmato contratti con il governo da diversi miliardi di dollari per la costruzione del Palazzo Presidenziale, del Museo delle Forze Armate e del Museo dell’Indipendenza della Namibia. Tuttavia, la viceprima ministra della Namibia ha detto che il governo namibiano aveva risposto alle richieste di informazioni dalle Nazioni Unite, visto che non c’era niente di sbagliato nel concludere contratti con la Corea democratica per costruzione di edifici e addestramento tecnico delle Forze Armate.
Per la Namibia, l’impianto costruito dalla Corea democratica non è in conflitto con le sanzioni perché i prodotti costruiti non sono volti all’esportazione, ma alle forze di sicurezza nazionali. Inoltre, secondo Netumbo Nandi-Ndaitwah le sanzioni delle Nazioni Unite mirano al programma nucleare della Corea democratica e non proibiscono alla Namibia di avere rapporti diplomatici o altri legami militari con Pyongyang. Tuttavia, il rapporto delle Nazioni Unite afferma che “la costruzione di fabbriche di munizioni o installazioni militari è considerata servizio o assistenza per approvvigionamento, fabbricazione e manutenzione di armi” proibito dalle risoluzioni delle Nazioni Unite. L’anno scorso, il gruppo di esperti delle Nazioni Unite che monitora l’attuazione delle sanzioni contro la Corea democratica, aveva trovato che il Paese forniva armi leggere e addestramento contro-insurrezionale alle forze speciali di polizia, violando le sanzioni imposte dalle Nazioni Unite.

Traduzione di Alessandro Lattanzio
SitoAuroraAuroraSito

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento